Poco fa mi è arrivata un e-mail di Netsons che parla di un attacco subito dai server dei database MySQL4/MySQL5 avvenuto questa mattina.

Queste le parole di Netsons che ribadisce che il sistema NON sarà a pagamento ma qualcosà cambierà, si parla di una riorganizzazione. Staremo a vedere

Gentili utenti,
in data 09/01/08, di prima mattina, abbiamo ricevuto un attacco programmato nel nostro network che ha coinvolto soprattutto i server dei database MySQL4/MySQL5.
Attualmente l’accesso PHPMyAdmin e’ stato disabilitato per la presenza di bug che riducono drasticamente le performance.
Non tolleriamo in nessun modo questo genere di abusi.
Gli utenti malintenzionati che hanno effettuato l’attacco sono stati bloccati e i loro dati segnalati alle autorita’.
Non essendo questo il primo caso di danni verso il nostro network causati da malintenzionati e non imponendo a nessuno di voi limiti sulle query e sul numero di email da inviare, abbiamo deciso di rivalutare il servizio di hosting gratuito, per salvaguardare sia noi che tutti voi, paganti e non.
Questo non vuole dire che i servizi su NETSONS saranno d’ora in avanti tutti a pagamento.
Avevamo preannunciato di attendere notizie ufficiali ma gia’ qualche fonte di informazione ha immaginato con la propria fantasia che tutti i nostri servizi saranno resi esclusivamente a pagamento.

Vi invitiamo pertanto a diffidare da queste fonti di dubbia origine e attendibilita’ e di attenervi esclusivamente alle notizie ufficiali rilasciate da NETSONS.
Confidiamo inoltre che, con la stessa rapidita’ con la quale ci hanno letteralmente screditato e diffamato, non sapendo in realta’ nulla dei nostri progetti, si provveda altrettanto velocemente a rettificare le loro “notizie”.

I profili a disposizione su NETSONS rimarranno gratuiti e a pagamento.
Premesso che di abusi ce ne sono sempre stati, ma non in maniera cosi evidente, ci teniamo a sottolineare che per “rivalutare” intendiamo rivedere alcuni aspetti di erogazione del servizio di hosting gratuito, come chi ne ha diritto ad esempio.
Seguiranno comunicazioni ufficiali in merito.

Lo Staff di NETSONS