Una notizia che illustra la figura dell’hacker come un criminale onnipotente che può ucciderti dal pc di casa sua non è una novità purtroppo ma da un ente come ANSA non me lo sarei mai aspettato!

Sembra che l’articolo l’abbia scritto Paperino! Solo le prime righe fanno capire la qualità dell’articolo.

Ogni giorno un esperto di informatica si diverte a danneggiare i computer altrui o a dimostrarne la vulnerabilità, impossessandosi di informazioni private o manipolandole a piacimento. Li chiamano hacker e agiscono nel chiuso delle loro case, a volte a migliaia di km di distanza dai soggetti che prendono di mira. […]

Gli hacker più esperti riescono a penetrare nei computer altrui anche quando sono spenti, copiando o cancellando testi, immagini, dati d’ogni tipo.

Io sinceramente non ho parole…non ne posso più di fenomeni aranzulliani e articoli scritti da ignoranti.

Ho solo un consiglio per la gente che scrive questa roba: CAMBIATE LAVORO!

Link notizia: ANSA

In questo articolo analizzeremo piuttosto a fondo il noto tool wget.

<piccolo OT>

E’ molto utile sapere come funziona per evitare mezze figure di me**a come è successo a me:

Volevo scaricare le canzoni di http://miscstuff.altervista.org/l33t/songs.php e non conoscendo bene wget creo uno script perl che a sua volta legge la pagina in questione, parsa i link e crea una lista da passare a wget. Dopo su un forum ho scoperto che si poteva fare tutto con un parametro del suddetto tool…

</piccolo OT>

Bene…detto questo partiamo dall’help di wget: Leggi il seguito di questo post »

Ieri ho avuto qualche problemino con Google…per circa una decina di volte mi apparso questo:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Una schermata piuttosto inquietante direi xD

Qualcuno ha avuto lo stesso problema?

Da ieri sera gli utilizzatori di WordPress.com avranno sicuramente notato un particolare: la dashboard è completamente rinnovata.

Secondo me la bacheca è piuttosto confusionaria dato che ci sono tante, troppe informazioni in una sola pagina. Il resto invece è più carino e sicuramente più comodo.

Ecco uno screenshot:
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Il 16 e il 17 Maggio 2008 nella facoltà di economia si svolgerà a Trento una nuova edizione della CONFSL, la conferenza italiana sul software libero.

L’evento è il seguito dell’appuntamento dello scorso anno tenutosi a Cosenza, in cui si cercherà di proseguire il lavoro già svolto.

Tratto dal sito ufficiale:

L’appuntamento di Trento è il seguito della prima edizione della Conferenza, tenutasi nel maggio 2007 a Cosenza. Come nella prima edizione mettiamo al centro il coinvolgimento e l’incontro di chi in Italia è attivo nella ricerca sul Software Libero, nello sviluppo di Software Libero, nella promozione e nella diffusione del Software Libero. Sono di interesse tutte le possibili aree tematiche, dagli aspetti economici, giuridici e tecnici, a quelli etici, sociali e filosofici.

Perpartecipare si richiede una registrazione e un pagamento per sostenere i costi. Per info QUI

All’interno della CONFSL si svolge anche OpenSource 2008:

Fonte:Fabio Marzocca

In occasione della seconda edizione della Conferenza Nazionale Software Libero – CONFSL – Trentino Sviluppo organizza OpenSource 2008, un evento di brokeraggio sul software libero. L’evento prevede incontri bilaterali tra aziende, fornitori di tecnologie, ricercatori, associazioni ed enti pubblici, che cercano o offrono prodotti, servizi, tecnologie e competenze IT basati su modelli Open Source.

Open Source 2008 si svolgerà venerdì 16 Maggio 2008 dalle ore 14.00 alle 18.00 presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Trento.

Essendo un trentino non posso che pubblicizzare questo evento 😉

In un post precendente ho parlato di un estensione di Firefox che permette di crittare velocemente le mail di Gmail.

Enigmail è una semplice interfaccia tra OpenPGP e Mozilla Thunderbird e Seamonkey che aumenta esponenzialmente la sicurezza della nostra casella di posta. Integra i nuovi standard OpenPGP proposti da GnuPG.

Con questa estensione inviare e ricevere email con una firma digitale diventa facile!

Al primo avvio un semplice setup guiderà l’utente alla configurazione. Inoltre sul sito c’è una vasta documentazione per ogni sorta di problema. Nel caso ci fossero ulteriori complicazioni viene messa a disposizione una mailing list.


Alcuni screenshot qui 😀

Da qualche giorno ho ricominciato a giocare a Wolfenstein Enemy Territory nella mia linux-box.

L’installazione è molto semplice e credo non servano spiegazioni (basta scaricare il file *.run, lanciarlo e seguire le istruzioni)

Ecco come risolvere i due problemi principali che ci troviamo davanti al primo utilizzo:
Leggi il seguito di questo post »

Per tutti gli utenti Vodafone che utilizzano la promozione “UMTS 30 ore in libertà” ho realizzato questo semplice script che visualizza gli scatti rimasti.

Contascatti.pl
Contascatti da linea di comando

Contascatti con tk 
Versione grafica

Ecco un semplice bruter scrittoin perl che fa uso dei socket. Ovviamente by me 🙂

N.B.: funziona con un dizionario

fox91@debian:~$ cat dev/url_bruter.pl

#!/usr/bin/perl -w
#author:fox91
#20/03/2008
#simple url bruter
use IO::Socket;

$server = shift or die (“Usage: url_bruter.pl <website> <dictionary> \nExample: url_bruter.pl blacklight.gotdns.org diz.txt\n”);
$diz = shift or die (“Usage: url_bruter.pl <website> <dictionary> \nExample: url_bruter.pl blacklight.gotdns.org diz.txt\n”);

open (FILE, $diz);

while (my $line = <FILE>) {
my $sock = new IO::Socket::INET(
PeerHost => $server,
PeerPort => ’80’,
Proto => ‘tcp’,
);
die “Socket not created: $!\n” unless $sock;
chomp $line;
$req=”GET /$line HTTP/1.0\n\n”;
print $sock $req;
$response=<$sock>;
if ($response=~ /200/) {
push(@found, “http://$server/$line\n”);
}
close($sock);
}

close (FILE);

if (@found) {
print “:D I’ve found these urls:\n @found”;
}
else {
print “Sorry! I’ve found nothing”;
}

Guardare il nostro film preferito in caratteri ascii fa sempre il suo effetto! Ecco come fare, è facilissimo!

Per prima cosa installiamo xine-console
sudo aptitude install xine-console

Adesso non ci resta che aprire il nostro film con aaxine
aaxine film.avi
Possiamo usare dei parametri per migliorare il tutto come -extended (per abilitare i colori a 256bit)

Ecco il classico logo della 20th Century Fox
aaxine