You are currently browsing the tag archive for the ‘open source’ tag.

FireGPG è un estensione per Firefox molto utile che permette di implementare il sistema di sicurezza GPG/PGP in Gmail e non solo.

Il primo passo è quello di installare l’estensione dal sito ufficiale e riavviare il browser.

Ora, se non l’abbiamo già fatto, creiamo le chiavi PGP necessarie con
gpg --gen-key
e seguiamo le istruzioni a video.

A questo punto FireGPG andrà automaticamente a prelevare la nostra firma e entrando in Gmail potremo accorgerci che sono stati creati nuovi tasti per firmare, crittare e inviare.
Inoltre se abbiamo la chiave pubblica dell’utente che ci ha scritto possiamo vedere subito a fondo messaggio se la mail è vera oppure no.

Credo sia un sistema facile e veloce per aumentare esponenzialmente la sicurezza della nostra posta senza dover ricorrere a sistemi complicati e non adatti a un utente medio.

Alla prossima 😉

Link utili:

Annunci

Fonte: FSF.org

The proprietary software company Trend Micro has filed a patent infringement lawsuit against Barracuda Networks. They claim that Barracuda is violating their patent by distributing the free software antivirus program ClamAV.

We should avoid using any proprietary software, but companies that use software patents for aggression are the lowest of the low.

Lawsuits like this are a threat to the entire IT community, and to free software programmers in particular. There is little that can be done to stop patent trolls from exploiting the patent and legal system for financial gain, until we put a stop to the patenting of software altogether. But there is an immediate opportunity to punish and deter trolls like Trend Micro.

Let all of Trend Micro’s potential customers know that by doing business with Trend Micro, they are supporting this attack on all creators of software works, including the entire free software community, and that the strongest message they can send to Trend Micro is to publicly boycott all of their products and services.

In poche parole Trend Micro afferma che la Barracuda Networks violi alcuni suoi brevetti nel codice di  ClamAV (noto antivirus Open-Source). Questa affermazione mi sembra una presa in giro verso i programmatori open-suorce e verso l’intero mercato dell’IT.

Come invita a fare la FreeSoftwareFoundation, se siamo utilizzatori di software Trend Micro e siamo d’accordo con l’appello inviamo una mail di protesta alla società annunciando l’inizio del boicottaggio.

Per tutti gli altri consiglio di evitare di acquistare software di una società (qualsiasi) che ostacoli il mondo Open Source.

Fonte: ItNews

Aria di novità in casa python, gli sviluppatori stanno lavorando a una nuova versione del noto linguaggio open-source. I cambiamenti, da quanto annunciato, saranno radicali e a quanto pare i vecchi programmi scritti per le versioni precendenti dell’interprete non funzioneranno.

“Praticamente ogni programma avrà bisogno di modifiche.” afferma Anthony Baxter, il responsabile del rilascio di Python e ingegnere di Google Australia. Che ne sarà del 15% del database di Google Code che sarà prssochè inutilizzabile con Python 3.0?
Staremo a vedere…

Questi due documenti PDF sono stati utilizzati dal nostro professore di Informatica per spiegarci un po’ cos’è il software libero.

Possono essere interessanti per altri professori delle superiori (in particolare licei dato che non è molto approfondito)

Introduzione al software libero (utilizzato al LinuxDay del 2002, un po vecchio ma fatto molto bene secondo me)

Software libero vs. proprietario (realizzato da un professore universitario di Bolzano)